Aldo Pyniel Sneaker Infilare Uomo Marrone Monk's Robe 435 EU Salida Proveedor Más Grande Real HXbkuAT5VH

SKU4022161009945
Aldo Pyniel, Sneaker Infilare Uomo, Marrone (Monk's Robe), 43.5 EU
Aldo Pyniel, Sneaker Infilare Uomo, Marrone (Monk's Robe), 43.5 EU

Stanze

Storie dal Salento

Search
by Valeria Posted on
×

Maria Corti,

Capo d’Otranto , prima alba d’Italia, imponente scogliera a strapiombo sul mare, estremo margine orientale della penisola, dove la macchia mediterranea diventa roccia, tra le distese di salicornia e lo sbocciare del cappero selvatico, terra di leggendenarrata da huf Scarpe sportive Huf Boyd Vintage Precio Barato En Línea En Venta Barato Real VyFGE9FTQO
e, secondo le carte nautiche, punta di spartizione tra Ionio e Adriatico.

Il faro si erge su un promontorio roccioso dal 1869 , anno in cui la torre di Punta Palascia, ormai ridotta a un rudere, fu rasa al suolo.Sentinella della costa adriatica salentina, alta circa 40 metri, è uno dei cinque fari del Mar Mediterraneo tutelati dall’Unione Europea , oggi definitivamente in pensione.Ma sono soprattutto i cittadini idruntini a vegliare sull’incolumità di questo imponente soldato di pietra e sulla magica distesa naturale che lo circonda, parte integrante del Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase .

Giù le mani da Punta Palascìa! “, questo il nome del comitato che si è battuto per proteggere l’ambiente e la costa otrantina da un progetto di ampliamento della vicina base della Marina Militare italiana, che prevedeva la costruzione di alloggi, due torri di cemento e un parcheggio. Nel 2011 , la vittoria delle associazioni ambientaliste ha segnato una pagina importante della storia della comunità salentina e stabilito una volta per tutte lo straordinario valore naturale e culturale del faro, riconosciuto Sito di importanza comunitaria e di recente ristrutturato.

Maria Corti,

Porta sull’Oriente, Punta Palascìa è a sole 30 miglia marine, circa 60 km, dall’Albania , in particolare dall’isola di Saseno, approdo prediletto di Rina Durante e, nei giorni di cielo terso, le montagne balcaniche si profilano all’orizzonte, lasciando ai marinai più esperti anche la possibilità di formulare qualche ipotesi sul tempo a venire: “na le muntagne te l’Albania, lu sciroccu sta alla via”, dice un proverbio salentino, ovvero: “ecco le montagne dell’Albania, lo scirocco sta per strada”.

Accessibile attraverso una mulattiera, circondato da una scogliera scoscesa e irregolare, a circa 100 metri dal mare, il faroprofuma di verde, di macchia mediterranea, di timo, mirto, dei capperi che crescono spontanei tra le rocce e dell’origano che d’estate rivaleggia con l’odore della salsedine. E nascosta in questi anfratti, brulica una fauna marina e campagnola, dove i molluschi hanno per migliori amiche le lumache di terra. Un ecosistema ormai a riposo, dopo i tanti anni di lavoro della lanterna, che un tempo di notte distribuiva i suoi fasci di luce ogni cinque secondi.

Meta prescelta per le escursioni e il trekking a due passi dal mare, il faro di Punta Palascìa è anche la scenografia ideale per scampagnate della domenica, visite didattiche al vicino Museo Multimediale con percorsi illustrativi sulla fauna e la flora del posto e, poco lontano, Porto Badisco con la sua Grotta dei Cervi (non visitabileper salvaguardare i graffiti rupestri), della quale il faro è una sorta di porta d’accesso. Ma è la notte del 31 dicembre che il faro di Capo d’Otranto si popola di attese e desideri, buoni propositi e speranze, per la tradizionale notte di San Silvestro ai piedi della sentinella di Punta Palascìa, consuetudine tutta salentina, una festa silenziosa, lontana dai fuochi d’artificio, dai terribili “botti”, fatta di passi in punta di piedi, tra trillidi campanule e l’ammiccare dei fiordalisi, lungovecchie strade carraie, tratturi di campagna e scogli che squarciano improvvisamente la costa.

La tranquillità, lo sguardo che come un’onda, nelle giornate di cielo terso, va a infrangersi sui monti dell’Albania, il silenzio, sono la ricompensa del viandante solitario, che qui s’avventura da solo, sfidando le asperità del terreno e la solitudine della scogliera.

, un interessante approfondimento sul significato etimologico di Palascìa, dal sito della Fondazione Terra d’Otranto.

, l’inizio dell’avventura tra i fari del Salento.

Crea sito
Posted on Superga S009Y202095905METALNAVY Sneakers Venta Al Por Mayor Del Mejor Barato Las Fechas De Publicación De Descuento A Hoy Espacio Libre En Línea Barata De Bienes Venta De Descuento En Línea C5ag9HC
by thewebcoffee
VictoriaBasket Lona Plataf Scarpe con Zeppa in Tela Unisex Adulto Rosso 41 Burdeos 39 EU Liquidación Genuina LVdWY
Google +
Twitter
LinkedIn

Far durare di più il rossetto

Avete indossato il vostro rossetto preferito, quel bel rosso intenso così elegante. Sono le nove di sera e quel rossetto dovrà resistere per tutta la serata. Tra cocktail, stuzzichini echiacchiere con gli amici il rischio è quello di trasformarvi in Joker. Ma c’è un trucchetto che potrebbe fare al caso vostro.

Per migliorare la durata del rossetto, quello che dovete fare è semplice. Dopo averlo applicato, prendete un fazzoletto di carta e poggiatelo delicatamente sulle labbra. Prelevate una piccola quantità di cipria in polvere libera con un pennello e tamponatela sopra il fazzoletto, poi rimuovetelo. Con questo trucchetto il rossetto in eccesso verrà eliminato e il colore resterà fermo sulle vostre labbra molto più a lungo.

Quante volte avete realizzato un trucco occhi perfetto, rovinandolo poi applicando il mascara? Spesso infatti durante questo passaggio sporchiamo la palpebra con lo scovolino e ci sembra tutto da rifare. Con questo trucchetto tutto questo sarà solo un brutto ricordo.

Vi basterà poggiare un cucchiaio vicino all’attaccatura delle ciglia, poi applicare il mascara. Non rischierete in questo modo di sporcare la palpebra e l’ombretto rimarrà intatto.

Molte volte acquistiamo una matita occhi che inizialmente ci sembra molto scrivente. Dopo qualche volta che la utilizziamo non lascia più il tratto intenso e morbido di prima, applicarla diventa una sofferenza, ci fa lacrimare e ci irrita l’occhio.

Un buon trucchetto per rendere la matita di nuovo pigmentata e scorrevole è quello di ricorrere al fuoco. Ci basterà infatti un semplice accendino. Con la fiamma scaldate per pochi secondi la punta della matita e poi ammorbiditela ancora sulla mano. Questo trucchetto farà in modo che il tratto della matita ritorni ad essere di nuovo intenso.

Possono rendere un look più scenografico e sensuale. O semplicemente le ciglia finte possono aiutare chi soltanto con un po’ di mascara non si sente soddisfatto. Applicarle però non è sempre facile.

Il primo passaggio è quello di stendere un po’ di colla specifica sul bordo della ciglia. Per far si che le vostre dita non rimangano incollate o che la quantità stesa sulla ciglia sia troppa, questo trucchetto può risultare molto utile.

Vi servirà soltanto una semplice forcina per capelli. Con la punta della forcina potrete applicare la colla precisamente e senza il rischio di sporcare tutto. Poi aspettate qualche minuto per farla asciugare, in modo che l’applicazione delle ciglia sia più efficace.

FONTE Loup Ventures
Articolo precedente HMD Global: 100 milioni di
Articolo successivo Wiko “La Notte del Maestro”
Mattia Speroni
http://www.techstation.it
Appassionato da tempo di tecnologia. Ho iniziato con il mondo dell'overclock su socket 939 (AMD) per passare al ghiaccio secco e all'LN2! La mia carriera di editor inizia ancor prima del lancio del primo iPhone da parte di Apple. Ora mi interesso di tutto, un po'.